Sei in: Skip Navigation LinksHome > News-Primopiano
ASTA PUBBLICA PER LOCAZIONE CHIOSCO GELATERIA
Indietro

 COMUNE DI CORTE FRANCA

UFFICIO TECNICO – LAVORI PUBBLICI

tel 030 98 44 88 - fax 030 98 45 35   - email: lavoripubblici@comune.cortefranca.bs.it

 


Prot.nr. 566 del 15-01-2018

 

 

PROCEDURA DI LOCAZIONE MEDIANTE PUBBLICO INCANTO AI SENSI DELL’ART.73,

COMMA 1 LETT.B E DELL’ART.76 DEL RD 827 DEL 1924

 

In esecuzione alla Determina Settore Tecnico n.8/2018 del 09/01/2018 Si procede all’indizione di. “ASTA PUBBLICA PER LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO A CHIOSCO GELATERIA ARTIGIANALE CON PRODUZIONE IN LOCO DI PROPRIETA’ COMUNALE SITO NEL PARCO DEL CONICCHIO IN VIA SERADINA”

 

Ente appaltante: COMUNE DI CORTE FRANCA, Piazza di Franciacorta,1 – Tel. 030984488 - fax 030984535; www.comune.cortefranca.bs.it

 

OGGETTO: LOCAZIONE DI IMMOBILE ADIBITO A CHIOSCO GELATERIA ARTIGIANALE CON PRODUZIONE IN LOCO DI PROPRIETA’ COMUNALE SITO NEL PARCO DEL CONICCHIO IN VIA SERADINA ”

 

1)      CONDIZIONI:

-          Durata : sei (06) anni rinnovabili una sola volta come per legge, n.392/1978 art.27,28,29; il rinnovo trattandosi di contratto di pubblica amministrazione, dovrà essere espresso attraverso la ristipula del contratto allo scadere dei primi sei anni, salvo disdetta comunicata 12 (dodici) mesi prima della scadenza a mezzo lettera raccomandata. In ogni caso dopo dodici anni, alla seconda scadenza, verrà necessariamente effettuata una nuova procedura ad evidenza pubblica per la riassegnazione, ai sensi dell’art.3 del RD 2440/23, con la procedura di cui all’art.73, comma 1 lett.b) e art.76 del RD 827/1924.

-          Canone mensile a base di gara: Euro 900,00 mensili (Euro novecento/00), il canone proposto come per legge sarà soggetto ad aggiornamento in base all’art.32 della legge 392/1978.

-          Deposito di gara: Costituzione del deposito a garanzia dell’offerta di € 1.000,00 (Euro mille/00);

-          Deposito cauzionale: a garanzia della locazione in sede di stipula del contratto verrà richiesto deposito cauzionale pari a tre mensilità del canone di locazione da costituirsi come prevedono gli art.11 e 41 della legge 392/1978;

-          Indennità per la perdita dell’avviamento: rinunzia all’indennità di cui all’art.34 della legge 392 del 1978 ai sensi dell’art.51 del RD 824 del 1924;

-          Sono esclusi dalla locazione dell’immobile tutti gli arredi e le attrezzature esistenti in quanto di proprietà dell’attuale gestore.

-          Il locatario è obbligato a mantenere i locali oggetto del contratto in ottimo stato di conservazione e funzionamento e conformi all’uso per cui sono stati locati, fanno carico all’aggiudicatario le spese, di ordinaria e straordinaria manutenzione, per interventi di allestimento e pieno utilizzo del locale, nonché le spese per allacci, ENEL, gas, acqua, TARSU e/o tassazione equivalente, ecc. nulla escluso e/o espressamente nel presente eccettuato;

-          Qualora per l’utilizzo e allestimento commerciale del locale debbano essere apportate modifiche agli impianti e/o all’immobile, il conduttore prima di ogni esecuzione dovrà chiedere preventiva autorizzazione scritta all’Ufficio Tecnico del Comune, ottenuta potrà procedere alla esecuzione secondo quando richiesto e quanto autorizzato, a termine dei lavori dovrà produrre le relative certificazioni, progetto, deposito e quant’altro previsto in conformità alla vigente normativa in materia, depositandone copia all’Ufficio Tecnico Comunale. Il mancato deposito delle certificazioni comporta, oltre l’esonero di responsabilità dell’Ente, anche il conseguente addebito di tutte le spese necessarie per l’ottenimento delle certificazioni medesime;

-          Sono a carico del locatario gli oneri delle manutenzioni ordinarie, nonché gli oneri di qualsiasi natura gravanti sull’immobile per il periodo di locazione e quelli verificabili a termine locazione ma ad essa riconducibile;

-          Alla cessazione della locazione le addizioni o le migliorie, verificate dall’ufficio tecnico comunale, apportate all’immobile sono, se accettate, di diritto acquisite gratuitamente alla proprietà del comune, contrariamente dovrà essere effettuata la rimessa in pristino con oneri a carico del locatario ed attingendo, se sufficiente, al deposito cauzionale;

-          Spese contrattuali: Le spese contrattuali della locazione registrazione del contratto (diritti e marche) saranno compensate equamente tra le parti e saranno versate annualmente. Il conduttore provvederà personalmente alla registrazione annuale chiedendo successivamente all’A.C. il rimborso della quota di competenza.

-           Si provvederà alla aggiudicazione anche in presenza di un solo concorrente;

-          Offerta minima di rialzo € 50,00 mensili;

-          Pagamento canone: il canone di locazione mensile dovrà essere corrisposto anticipatamente entro il cinque di ogni mese. La prima rata, dovrà essere corrisposta al momento della stipula del contratto di locazione qualunque sia la data di stipula. Il pagamento effettuato con ritardo, oltre i 2 mesi, comporterà la risoluzione immediata del contratto, detto mancato pagamento verrà poi prelevato dal deposito cauzionale senza ulteriori preavvisi, comprese le spese, interessi ecc., in caso di incapienza si procederà con il recupero coattivo;

-          Il canone è adeguato annualmente in base all’art.32 della legge 392/1978;

-          E’ vietata la sub-locazione del bene, totale o parziale, la violazione di detto divieto comporta la decadenza immediata dalla locazione

-          Il Locatario può cedere il contratto di locazione solo in caso di cessione o locazione d’azienda, dandone comunicazione preventiva al locatore, al fine dell’ottenimento dell’autorizzazione, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento o a mezzo pec. Il locatore può opporsi entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione. Nel caso di cessione, il locatore, se non ha liberato il cedente, può agire contro lo stesso qualora non adempia alle obbligazioni assunte, la cessione non interromperà i tempi di locazione, ma saranno continui ed il residuale è conteggiato a valere temporalmente sul contratto principale.

-          L’aggiudicatario provvederà alla gestione del servizio igienico, alla pulizia, alla custodia e alla vigilanza della struttura nonché all’apertura e chiusura della stessa personalmente o mediante personale addetto, assicurando la pulizia ed il mantenimento di buone condizioni igienico-sanitarie generali, inoltre provvederà alla fornitura dei materiali di consumo, quali carta igienica e sapone, asciugamani ecc….

-          Il soggetto aggiudicatario si assume, in via diretta ed esclusiva, ogni responsabilità civile e penale derivante dall’operato di gestione, vigilanza ovvero da qualsiasi azione e/o intervento che sia causa di danno alla funzionalità degli impianti o alle attrezzature.

-          Si precisa inoltre che nel bagno pubblico non potrà essere stoccato materiali di alcun genere tantomeno infiammabili.

-          Sono a totale carico del concessionario tutti gli adempimenti in materia fiscale e tributaria, relativi alla presente concessione;

-          L’aggiudicatario/locatario dovrà provvedere alla pulizia e disinfezione di tutti i locali relativi ai bagni, sanitari e, quanto altro collocato all’interno dell’immobile, in modo che gli stessi risultino sempre perfettamente puliti e disinfettati assicurandone la pulizia ed il mantenimento di buone condizioni igienico-sanitarie generali, nonché dovrà provvedere alla fornitura di acqua, carta igienica e sapone, e ogni altro materiale necessario all’utilizzo dei servizi;

-          L’aggiudicatario dovrà provvedere all’apertura del servizio pubblico annesso alla struttura osservando come base minima l’orario di apertura della gelateria.

-          L’orario di apertura del chiosco sarà stabilito dall’aggiudicatario in base alla vigente normativa;

-          L’aggiudicatario dovrà provvedere a propria spesa, ad inoltrare richiesta di rilascio di autorizzazione unica per la somministrazione alimenti e bevande all’ufficio commercio del comune;

-          L’aggiudicatario dovrà provvedere anche alla pulizia delle aree esterne prossime al chiosco, ma utilizzate dai fruitori.

-          E’ fatto divieto assoluto di installare slot machine nei locali

2)      DOMANDA PER PARTECIPARE ALLA GARA      

I plichi contenenti le offerte e la relativa documentazione devono pervenire mediante raccomandata del servizio delle Poste Italiane S.p.a., ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine perentorio, pena l’esclusione entro le ore 12,00 del giorno 15/02/2018 all’indirizzo “Ufficio Protocollo del Comune di Corte Franca, Piazza di Franciacorta nr.1”; è altresì possibile la consegna a mano dei plichi direttamente all’Ufficio Protocollo a mezzo di terze persone, entro lo stesso termine perentorio, al medesimo indirizzo di cui sopra che ne rilascerà apposita ricevuta.

A pena di esclusione i plichi devono contenere al loro interno due buste ciascuna delle quali sigillata sui lembi di chiusura e controfirmata/siglata sui lembi di chiusura, recanti l’indicazione della gara, l’oggetto della procedura, il nominativo dell’Impresa e/o del privato mittente e la dicitura , rispettivamente “A - Documenti Amministrativi” e “B – Offerta economica”.

Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio del mittente. Farà fede la data di ricezione apposta dall’ufficio protocollo comunale.

La mancata presentazione dei plichi nei luoghi, termini e secondo le modalità indicate precedentemente comporterà l’esclusione del concorrente dalla gara.

Nella busta “A – Documenti amministrativi” devono essere contenuti i seguenti documenti:

-          Domanda di partecipazione alla gara contenente anche la dichiarazione dei dati anagrafici del soggetto partecipante e dei dati anagrafici del rappresentante legale qualora trattasi di impresa (nome cognome data e luogo di nascita residenza del legale rappresentante CF e numero ed estremi di iscrizione alla CCIA competente qualora trattasi di impresa) resa ai sensi dell’art. 46 e 47 DPR 445 del 2000, la stessa dovrà attestare il possesso dei seguenti requisiti:

§ Inesistenza delle condizioni ostative a contrattare con la pubblica amministrazione di cui agli art.120 e segg. Della legge 689 del 24/11/1981 e di ogni altra considerata dalla legge pregiudizievole o limitativa della capacità a contrattare con la P.A.;

§ Inesistenza di impedimenti derivanti dalla sottoposizione a misure cautelari antimafia;

§ Avere i requisiti soggettivi di cui agli art.11 e 92 del TULPS (Regio Decreto 18 giugno 1931, n.773 e succ. mod.);

§ Inesistenza di procedure concorsuali o fallimentari.

§ Non avere commesso violazioni definitivamente accertate rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello stato in cui è stabilito.

§ Nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non ha reso false dichiarazioni in merito ai requisiti ed alle condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara;

§ Di non aver commesso violazioni gravi definitivamente accertate alle norme in materia di contributi previdenziali ed assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello stato in cui è stabilito.

§ Che nei confronti dell’impresa rappresentata non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’art.9, comma 2 lettera c), del decreto legislativo dell’8 giugno 2001 nr.231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all’articolo 36-bis, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, nr.223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006 nr.248, modificato da ultimo dall’art.5 della legge 3 agosto 2007, n.123;

§ Di essersi recato sul luogo e di aver preso visione delle condizioni di fatto in cui si trovano i locali nonché di tutte le circostanze generali e particolari che possono aver influito sulla determinazione del valore del canone offerto;

§ Di impegnarsi a provvedere alla pulizia, alla custodia e alla vigilanza della struttura adibita a bagni, nonché all’apertura e chiusura, della stessa mediante proprio personale, assicurando la pulizia ed il mantenimento di buone condizioni igienico sanitarie generali, fornendo la carta igienica, il sapone, l’acqua e quanto altro necessario a rendere il servizio;

§ Di impegnarsi e garantire l’apertura del servizio pubblico annesso alla struttura osservando come base minima l’orario di apertura della gelateria;

§ Di impegnarsi a produrre i gelati artigianali in loco;

§ Di aver gestito e/o maturato esperienza nei 5 anni antecedenti la data di pubblicazione del presente avviso all’Albo pretorio on line del Comune di Corte Franca, una gelateria con produzione diretta;                                           

§ Di provvedere a proprie cure e spesa, ad inoltrare richiesta di rilascio di autorizzazione unica per somministrazione alimenti e bevande all’ufficio commercio del comune;

§ Di accettare che nessuna variazione di destinazione potrà essere apportata all’immobile adibito a bagno pubblico;

§ Di rinunziare all’indennità di cui all’art.34 della Legge 392 del 1978 ai sensi dell’art.51 del RD 827 del 1924;

Alla domanda dovrà essere allegato, oltre alla dichiarazione di cui sopra:

a-      Fotocopia di un documento di identità, in corso di validità, di chi sottoscrive l’offerta;

b-      Deposito cauzionale provvisorio di € 1.000,00, (come sopra specificato) da costituirsi mediante deposito cauzionale presso la tesoreria del comune ovvero mediante polizza fideiussoria;

c-      Copia della bozza di contratto allegata al bando debitamente sottoscritto in ogni suo foglio per accettazione;

 

Nella busta “B-Offerta economica” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti:

  1. Dichiarazione, redatta in competente bollo ed in lingua italiana, sottoscritta dal legale rappresentante o titolare del concorrente o da suo procuratore, contenente l’indicazione del rialzo percentuale (in cifre e in lettere) sul canone a base di gara, ovvero l’importo mensile del canone compreso l’aumento. In caso di contrasto tra le due indicazioni prevarrà quella più vantaggiosa per l’amministrazione 8art.72, R.D. 23-05-1924, N.827).

3)      TERMINI DI PRESENTAZIONE:

L’offerta e la documentazione di cui sopra dovranno pervenire presso l’ufficio protocollo del comune entro e non oltre le ore 12.00, del giorno antecedente la gara, (termine previsto entro le ore 12,00 del 15 febbraio 2018) in busta chiusa sigillata sui lembi di chiusura, contenente all’esterno la dicitura “Contiene offerta per : LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO A CHIOSCO GELATERIA ARTIGIANALE CON PRODUZIONE IN LOCO DI PROPRIETA’ COMUNALE SITO NEL PARCO DEL CONICCHIO IN VIA SERADINA GARA DEL 16 FEBBRAIO 2018”

Tutte le offerte pervenute entro i termini verranno esaminate in seduta pubblica da apposita commissione di gara all’uopo nominata. La prima seduta di gara si svolgerà in data 16 FEBBRAIO 2018 alle ore 09,00 con la verifica della regolarità della documentazione amministrativa, ed a seguire per gli ammessi si provvederà alla apertura delle buste contenenti l’offerta e aggiudicato provvisoriamente l’incanto al concorrente che abbia offerto il maggior rialzo sul canone posto a base d’asta.

4)      AGGIUDICAZIONE

-          La locazione sarà aggiudicata con il criterio del massimo rialzo sul canone posto a base di gara, in linea con quanto previsto dall’art.73, comma 1 lett. B) e art.76 del RD 827 del 1924;

-          Offerta minima di rialzo € 50,00, mensili;

-          A parità di offerta si procederà tra i concorrenti che hanno offerto uguale canone che siano presenti alla gara a un’ulteriore offerta al rialzo nella stessa seduta di gara; Ove i concorrenti non siano presenti, oppure non sia presente uno dei concorrenti interessati al rialzo, il Presidente della commissione disporrà un’ulteriore seduta di gara alla quale i concorrenti che hanno offerto uguale canone saranno invitati a rialzare le offerte fatte;

-          Qualora anche questo ulteriore esperimento di gara non sortisse effetto positivo si procederà al sorteggio, in analogia a quanto dispone l’art.77 del RD 827/24.

-          L’aggiudicatario dovrà, dietro richiesta degli uffici competenti, prima della stipula del contratto, provvedere al versamento: del deposito cauzionale pari a tre mensilità , (su cui in deroga alle vigenti leggi non maturano interessi) delle spese contrattuali, all’accensione di polizza assicurativa mirata e comunque riferita all’immobile oggetto di aggiudicazione definitiva, contro i rischi R.C.T., d’incendio, scoppio ed allagamenti, fenomeni elettrici ed atmosferici, atti vandalici dell’importo di Euro 1.000.000,00, (massimale R.C.).

-          Nella polizza di assicurazione deve essere stabilito che, in caso di sinistro, il risarcimento liquidato in termini di polizza sarà dalla compagnia assicuratrice liquidato direttamente al danneggiato per la R.C.T. e al Comune per danni all’immobile, ove il valore da risarcire per danni arrecati a persone e/o cose ecceda il massimale coperto dalla predetta polizza, l’onere relativo dovrà intendersi a totale carico del concessionario;

-          Tale polizza deve prevedere la copertura assicurativa de rischi connessi alla esplicazione del servizio per i bagni pubblici di cui al presente per danni che comunque possono derivare a terzi, considerando terzi tra di loro anche i propri dipendenti ed il Comune di Corte Franca;

-          Sul deposito cauzionale, come sopra definito, non maturano gli interessi legali, in deroga a quanto stabilito dalla legge 392/78 e da ogni e qualsiasi disposizione legislativa;

-          La cauzione provvisoria, costituita nei modi di legge, verrà svincolata per i concorrenti non risultanti aggiudicatari, dopo l’aggiudicazione, per il concorrente aggiudicatario dopo la stipula del contratto.

-          Qualora, per i motivi non imputabili a questo Ente, non si pervenisse alla conclusione del contratto di locazione nei termini suesposti, l’aggiudicatario perderà ogni diritto all’assegnazione della locazione e il relativo deposito cauzionale sarà introitato dal Comune, senza bisogno di diffida o di qualunque atto legale.

-           L’aggiudicatario provvederà alla pulizia, alla custodia e alla vigilanza della struttura nonché all’apertura e chiusura della stessa, o mediante personale dipendente o designato, assicurando la pulizia ed il mantenimento di buone condizioni igienico-sanitarie generali, inoltre provvederà alla fornitura di carta igienica e sapone;

-          Si provvederà all’aggiudicazione anche in caso di una sola offerta.

5)      AVVERTENZE ED ESCLUSIONI 

-          Non saranno prese in considerazione le offerte che giungano fuori termine (farà fede il timbro, la data e l’ora apposta dall’ufficio protocollo).

-          Non saranno prese in considerazione le offerte pervenute che risultino prive di:

sottoscrizione o di qualcuna o parte delle precedenti dichiarazioni di cui al punto 2 del presente bando nonché del richiesto deposito cauzionale provvisorio.

-          Non saranno prese in considerazione le offerte che siano inferiori al canone proposto a base della gara;

-          Le offerte condizionate sono nulle.

-          Il plico contenente l’offerta e i suoi documenti, se spedito a mezzo postale, viaggia a rischio del mittente e pertanto non sono ammessi reclami in caso di ritardo o mancato recapito.

-          Non sarà preso in considerazione il plico che non sia stato opportunamente chiuso e controfirmato sui lembi di chiusura o che non indichi l’oggetto della gara ed il mittente;

-          Trascorso il termine fissato non viene riconosciuta valida alcuna offerta anche se sostitutiva o aggiuntiva di offerta precedente.

-          Si farà luogo all’esclusione dalla gara nel caso in cui manchi o risulti incompleto o irregolare alcuno dei documenti/dichiarazioni richiesti.

-          Non sono ammesse offerte che rechino abrasioni o correzioni nell’indicazione del canone offerto.

Per il presente procedimento di gara si applicano le disposizioni del d.lgs 196 del 2003 sulla privacy in merito del trattamento dei dati personali da parte di soggetti pubblici.

Per maggiori informazioni, visione dei locali, è possibile contattare il Responsabile del procedimento Dott. Cosimo Caputo;

 ALLEGATI :

 
 

Corte Franca, 13/01/2018

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dott.Cosimo Caputo