Angela Costa

Angela Costa nasce a Corte Franca il 21 agosto 1931. Dedica 35 anni della sua vita all’insegnamento, svolgendo la propria attività di educatrice prevalentemente a Corte Franca. Tuttavia, non ha mai limitato il proprio ruolo all’orario scolastico, contribuendo alla nascita della Scuola Bottega di Pilzone d’Iseo, dove è stata anche insegnante volontaria, e organizzando a Corte Franca le scuole serali per chi non aveva conseguito la licenza di scuola media inferiore. Non si ferma nemmeno una volta raggiunta la pensione: continua infatti la sua attività di ricerca e di pedagogia collaborando con il “Nucleo di ricerca didattica della matematica” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, i cui risultati sono stati pubblicati nei tredici volumi della collana “Ricostruiamo la Matematica”, presso le edizioni Centro Studi Erickson.

Il suo impegno culturale si esprime nelle numerose iniziative avviate e sostenute negli anni, tanto da essere riconosciuta come “madre culturale” della comunità. Contribuisce alla gestione della scuola materna “Don Angelo Roveglia” e alla nascita del circolo ACLI di Timoline di Corte Franca; negli anni Ottanta diviene presidente della piccola biblioteca comunale, avviando la gestione del prestito e lo svolgimento delle attività culturali; organizza corsi aperti a tutti, viaggi all’estero e collabora attivamente con le varie associazioni di volontariato presenti nel territorio comunale, promuovendo costantemente le attività che favoriscano la vita comunitaria.

Angela Costa si spegne l’1 luglio 2004. Il 24 novembre 2006 l’Amministrazione Comunale di Corte Franca, come riconoscimento della sua indefessa attività didattica e culturale, le intitola la biblioteca comunale.

Ultimo Aggiornamento

01
Dic/23

Ultimo Aggiornamento