Palazzo Barboglio

Descrizione

Nella parte bassa della via che porta al Castello vi è un complesso di edifici, di varie epoche e natura, che si attestano intorno a due corti: quella a ovest costituisce il cortile nobile, su cui si affaccia il fronte principale di Palazzo Barboglio de Gaioncelli, quella a est è invece una corte rustica relativa alle pertinenze agricole della proprietà signorile.
La vista del palazzo non è facilmente percepibile dall'esterno essendo circondato da alti muri che evidenziano il carattere chiuso del comparto
ed il bisogno di sicurezza che ancora vigeva all'epoca della sua costruzione. 
L'aspetto principale del palazzo risale a sistemazioni di XVII-XVIII secolo; il corpo principale, massiccio e austero, incorpora una torre di XV secolo il cui volume si innalza sopra i tetti circostanti.

I Barboglio de Gaioncelli hanno origini antichissime, come dimostra il capostipite che fu tale Alghisio de Alghisi uomo d'arme bergamasco, originario della Valseriana, che alla fine del 1200 si stabilì a Lovere.
Gli interessi della famiglia si spostarono sul bresciano nei primi anni del 1400, acquistando immobili in Franciacorta a Timoline, Colombaro, Clusane ed Iseo.
L'ultimo componente della famiglia, l'avvocato Carlo Barboglio, impiegò le sue energie nelle migliorie dell'azienda agricola, creando e promuovendo un vino di qualità eccellente oggi prodotto e distribuito dall'Azienda Agricola Barboglio de Gaioncelli.

Modalità di Accesso

Visite guidate in cantina

Luogo
Via Nazario Sauro, Colombaro, Corte Franca BS, Italia
Allegati
Gestito Da
Costi

Visitare il sito barbogliodegaioncelli.it

Ultimo Aggiornamento

27
Dic/23

Ultimo Aggiornamento